Sala,da gennaio stop a diesel inquinanti

12 Giugno, 2018, 08:19 | Autore: Doriano Lui
  • L'addio alle auto Diesel deve essere rallentato e graduale

Milano chiuderà le porte alle auto diesel più inquinanti (Euro 0, 1, 2 e 3), che dal 21 gennaio del 2019 non potranno più entrare e circolare in città. Così dal primo ottobre del 2019 scatterà la seconda fase con lo stop anche dei veicoli euro 4 per arrivare al 2025 "quando i diesel non circoleranno più", ha spiegato il primo cittadino. A ottobre 2019 toccherà ai diesel Euro 4. Sala però non sembra accontentarsi di provvedimenti solo per il centro città e ha rivelato questa mattina di voler bloccare da gennaio l'accesso a Milano per tutti i diesel fino alla classe di omologazione Euro 3, ovvero quelli immatricolati prima del 2006. Più precisamente, a partire dal 21 gennaio sarà attiva una Low Emission Zone a Milano, che non consentirà l'ingresso nella metropoli lombarda ai vecchi diesel per tutta la durata della settimana, ad eccezione del sabato e della domenica. Lo ha detto l'assessore all'ambiente e clima di Regione Lombardia a margine del Festival dell'energia, commentando le misure approvate ieri dal Comune di Milano riferendosi in particolare alla Low emission Zone.

Verranno installate ben 180 telecamere in 180 varchi d'accesso alla città, che sarà "tappezzata" di cartelli di divieto, rendendo praticamente impossibile non accorgersi dello stop ai Diesel.

Attualmente le auto Diesel rappresentano oltre il 40% delle vendite in Europa, ma sono in calo progressivo da oltre un anno. Inizialmente ci saranno circa una dozzina di telecamere in funzione, quindi non è da escludere che qualcuno riesca ad aggirare il divieto, ma con il tempo il sistema verrà potenziato e da subito, inoltre, le telecamere dell'Area C saranno attive anche su questo fronte. "L'informazione deve essere fatta a ridosso del provvedimento, altrimenti la gente non si ricorda" ha spiegato l'assessore alla Mobilità Marco Granelli. Dunque chi entrerà dovrebbe benissimo sapere se è autorizzato o meno a farlo. "In più, nel resto della città e in prossimità dei varchi dove gli occhi elettronici saranno attivati in un secondo momento, predisporremo controlli mobili della polizia locale con telecamere sulle pattuglie".

Raccomandato: