Diritti TV assegnati: Serie A 2018-2021 a Sky e Perform

13 Giugno, 2018, 21:53 | Autore: Bianca Mancini
  • Diritti tv Serie A: Mediapro si sfila, offerte da Sky, Mediaset e Perform

Ad aggiudicarseli sono stati Sky e Perform, con Mediaset che non ha fatto offerte. Siamo riusciti a ottenere anche una partecipazione rilevante di circa 100 milioni che si vanno ad aggiungere a risultati variabili che faranno Sky e Perform in funzione dei ricavi.

L'ASSEGNAZIONE DEI 3 PACCHETTI - Al termine degli incontri si procederà alla distribuzione, totale o parziale, dei tre pacchetti: uno con quotazione minima di 452 milioni con 3 partite a giornata (sabato alle 18, domenica alle 15 e 20.30); uno da 408 milioni con 4 match (sabato alle 15, domenica alle 15 e 18, e il 'monday night'); e, infine, quello da 240 milioni con 3 gare (sabato alle 20.30, domenica alle 12.30 e 15).

In corsa Sky, Perform e Mediaset mentre Mediapro e Tim non hanno presentato offerte. "Le offerte sono state anche superiori a quanto ci aspettassimo" sono state le parole del numero uno dei Grifoni.

Scongiurata, quindi, la scomparsa di 90° Minuto: negli ultimi giorni non erano mancate le polemiche. Le trattative sono gestite dal presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, assieme ai presidenti di alcuni club.

Sono state aperte le buste dei diritti Tv, ma le cifre offerte non raggiungono il minimo garantito di 1,1 miliardi. "90' Minuto andrà in onda anche quest'anno e certamente per prossimi tre". Ho chiamato poco fa il direttore generale della Rai per comunicarglielo, ma non mi ha risposto.

E' ripresa nella sede di via Rosellini a Milano l'assemblea di Lega incentrata sull'assegnazione dei diritti televisivi della Serie A per il triennio 2018/21. La fumata bianca è arrivata in favore di Sky e Perform. In caso contrario, tra le 14 e le 20, i broadcaster potranno effettuare eventuali rilanci.

Raccomandato: