Casa » Sport

Sentenze UEFA: PSG non sanzionato. Ancora restrizioni per l’Inter

15 Giugno, 2018, 14:40 | Autore: Eufebio Giannola
  • Sentenze UEFA: PSG non sanzionato. Ancora restrizioni per l’Inter

Questo strumento si propone di migliorare le condizioni finanziarie generali del calcio europeo: approvato nel 2010 ed attivo dall'anno seguente, prevede, per le squadre che si qualificano alle competizioni UEFA, di dimostrare di non avere debiti insoluti verso altri club, giocatori e autorità sociali/fiscali per tutta la stagione. Per i campioni di Francia in carica sono solo belle notizie: il massimo organo calcistico continentale ha graziato la società dello sceicco Nasser Al-Khelaifi che ora potrà iniziare a rinforzare la rosa a disposizione di Thomas Tuchel. Di conseguenza le misure sportive condizionali previste, come le restrizioni sui trasferimenti e la limitazione del numero di giocatori che possono essere inseriti nella Lista A, non saranno revocate e continueranno ad essere applicate anche nella stagione 2018/19. E quindi dovrà pareggiare i conti.

"Una decisione - si legge sul comunicato dell'Uefa - che segue una revisione dettagliata dei contratti di trasferimento e un'analisi dei relativi conti di gestione che ha confermato come tali operazioni fossero in linea con i regolamenti UEFA". Stessa storia per il Trabzonspor, mentre per il Fenerbahce il regime di settlement agreement varrà fino al 2019-20. In base all'accordo stabilito con la UEFA, il club nerazzurro aveva l'obbligo di far calare gli ammortamenti (visto i numerosi acquisti della stagione precedente), al contrario i valori sono cresciuti nell'esercizio preso in esame. La prossima potrebbe comunque essere l'ultima con il regime di settlement, sempre se la società rispetterà le richieste... I parigini, infatti, saranno costretti a vendere per 60 milioni di euro entro il 30 giugno per non finire nuovamente nell'occhio del ciclone.

Raccomandato: