Conte incontra Macron: sintonia sui migranti

19 Giugno, 2018, 04:44 | Autore: Santina Resta
  • Nave Aquarius Macron chiama Conte rientrata crisi Francia-Italia

Questo articolo ha ricevuto commenti!

Migranti, la proposta di Conte a Macron. "E' finita l'epoca in cui si pensava che l'Italia la puoi sempre abbindolare", ha sottolineato.

L'idea è di pensare a interventi efficaci sul breve e sul lungo periodo: gli hotspot nei paesi nordafricani servirebbero, viene spiegato, ad "evitare in qualche modo di far rischiare la vita alle persone" e quindi fermare i migranti preventivamente.

Una misura transitoria, quella immaginata dal governo italiano, utile a fronteggiare l'emergenza in atto e contenere degli squilibri evidenti, in vista di una riforma radicale del regolamento di Dublino. L'incontro tra il premier Giuseppe Conte e il presidente Emmanuel Macron ha raccolto immagini di distensione e pacifica cordialità. "Tutte le politiche sono fortemente condivise, fermo restando che me ne assumo pienamente la responsabilità".

Entrambi i Paesi risentono del peso degli sbarchi provenienti dal nordafrica: "L'Italia ha avuto arrivi massicci di migranti, ma nell'ultimo anno li abbiamo ridotti del 77%".

Macron ha definito "cinica" e "irresponsabile" la decisione del ministro dell'Interno italiano, Matteo Salvini, di disporre la chiusura dei porti italiani alla nave Aquarius, carica di migranti. Gabriel Attal, portavoce di En Marche, aveva poi rincarato la dose sostenendo che "la linea del governo italiano fa vomitare".

Summit arrivato peraltro dopo giorni di aspra tensione tra Italia e Francia dovuta al caso Aquarius, e inevitabilmente incentrato sul tema migranti. "Il nuovo primo ministro italiano è fantastico".

"Dal primo gennaio al 31 maggio di quest'anno la Francia ha respinto al confine con l'Italia 10.249 esseri umani, compresi donne bambini e disabili".

Toni distensivi quelli del presidente del Consiglio Conte: "Sono lieto di aver visto Macron nella mia prima visita all'estero, lo ringrazio".

Un'opzione accolta favorevolmente dall'Eliseo e confermata durante la conferenza stampa finale dallo stesso Macron che ha puntato il dito contro l'Europa per la sua "risposta non adatta" all'attuale situazione.

La nota specifica anche che i due leader "hanno confermato l'impegno della Francia e dell'Italia a prestare i soccorsi nel quadro delle regole di protezione umanitaria delle persone in pericolo".

Al di là delle vicende legate ai rapporti con l'Ue e a quanto accaduto al G7 in Canada - Trump ha riconfermato oggi le sue parole di stima nei confronti dell'Italia, forse in un ulteriore tentativo di portare il suo attacco alla Germania direttamente in seno al consesso comunitario - il tema all'ordine del giorno dell'incontro all'Eliseo è senza dubbio quello dell'immigrazione.

Raccomandato: