Vaccini, decade termine 10 luglio per documenti. Basterà autocertificare

05 Luglio, 2018, 15:54 | Autore: Fausta Monteleone
  • Vaccini, per iscriversi a scuola l'autocertificazione resta valida ancora un anno

"Le aziende farmaceutiche - ha spiegato il ministro Grillo - si sono impegnate a non aumentare i prezzi".

Autocertificazione da consegnare entro il 10 luglio, termine fissato già dalla precedente legislatura, che è allo stesso tempo un abile stratagemma con cui il ministro alla Salute Giulia Grillo e il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti di fatto delegittimeranno il decreto Lorenzin senza nemmeno prendersi la briga di formulare una nuova legge, permettendo anche ai non vaccinati di entrare a scuola.

Quindi tutti a scuola dal 1° settembre.

Lavoro finalizzato a "individuare le iniziative più idonee a tal fine: iniziative che terranno certamente conto di quel migliore bilanciamento tra il diritto all'inclusione, in età scolare e pre-scolare, e il diritto alla tutela della salute - individuale e collettiva - che è rinvenibile nel contratto di Governo e che, dunque, costituisce la stella polare per la nostra attività in materia".

"Non è una semplice proroga - ha commentato Giulia Grillo - ma una significativa semplificazione dell'onere documentale a carico dei genitori dei minori di sedici anni, che frequentano le scuole di ogni ordine e grado e i servizi educativi per l'infanzia".

Ma è non è detto che non arriverà: molto probabilmente potrebbe esserci nei prossimi mesi qualche novità, e dovrebbe essere basata sulla proposta Taverna che prevede la fine dell'obbligo per sei dei 10 vaccini che oggi vanno fatti per accedere alle lezioni.

La chiave è tutta nell'informazione alle famiglie.

Primo provvedimento in calendario sul tema dei vaccini da parte del nuovo ministero della Salute.

E la ministra ammette che i risultati positivi ci sono stati e le coperture vaccinali sono migliorate. Una eventualità del resto prevista anche dalla legge in vigore, anche se a distanza di due anni.

Raccomandato: