Farmaci per la pressione potenzialmente cancerogeni: ecco l’elenco

07 Luglio, 2018, 21:20 | Autore: Fausta Monteleone
  • Aifa, ritiro lotti di diversi farmaci con valsartan - Salute & Benessere

Sono stati ritirati dall'Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco, alcuni farmaci per curare l'ipertensione in quanto contaminati da una sostanza cancerogena.

Come misura precauzionale, l'Agenzia italiana del farmaco ha disposto l'immediato ritiro di oltre 700 lotti di farmaci per l'ipertensione e l'insufficienza cardiaca, contenenti il principio attivo valsartan. I pazienti che sono in cura con farmaci a base di valsartan devono verificare se il medicinale che assumono sia presente nella lista dei medicinali coinvolti dal ritiro a scopo precauzionale.

L'Aifa, attraverso il proprio sito, ha diffuso un elenco dei prodotti che sono stati ritirati per il problema di cui sopra, aggiungendo altresì: "Se il farmaco che assumi non è tra quelli indicati nell'elenco, puoi continuare regolarmente il trattamento".

Attualmente l'Aifa sta lavorando a stretto contatto con l'Ema, l'Agenzia Europea per i Medicinali, per cercare di scoprire qual è il grado di contaminazione dei farmaci. La sostanza trovata sarebbe la N-nitrosodimetilamina (Ndma), classificata come probabilmente cancerogena per l'uomo. I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide, invece, possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti.

La decisione è motivata dal rilevamento di un'evidente impurezza venutasi a creare nelle fasi di produzione del farmaco, che viene preparato negli stabilimenti della "Zhejiang Huahai Pharmaceuticals" in Cina.

Se si è in trattamento con uno dei prodotti elencati bisogna consultare il medico il prima possibile per passare ad altri farmaci. Inoltre, come si legge sempre sul sito dell'agenzia, "non dovresti interrompere il trattamento senza aver parlato con il tuo medico, con il quale potrai concordare un trattamento alternativo (con altro medicinale a base di valsartan non interessato dal ritiro o con altro medicinale appropriato)". Come riportato da TPI, Aifa consiglia ai medici di sostituire la terapia con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell'angiotensina II, se hanno pazienti trattati con i medicinali riportati nell'elenco indicato. Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio.

Raccomandato: