Mondiali 2018, quando si giocano i quarti? Tabellone e calendario

07 Luglio, 2018, 01:28 | Autore: Bianca Mancini
  • Russia 2018, Maradona: «Per l'Uruguay sarà dura contro la Francia»

Vediamo insieme una panoramica di quello che accadrà da venerdì. Nelle giornate di venerdì e sabato, infatti, inizieranno i quarti e vedremo chi tra le otto squadre ancora rimaste continuerà il cammino mondiale. Ecco di seguito partite e risultati di oggi. Si tratta di Clovis Fernandes, meglio conosciuto come Gaucho de Copa, una figura leggendaria sulle tribune che ha fatto sempre la sua comparsa a partire dal 1990. Entrambe le partite saranno trasmesse in chiaro e in diretta su Canale 5. Gli uruguagi, con la loro difesa attenta e cattiva, non hanno certamente voglia di fermarsi.

Ma qual è l'origine di questa frase? E infine è in crescita persino l'app ufficiale Mediaset Mondiali Fifa 2018 con oltre 300.000 download. I diavoli rossi arrivano, invece, di nuovo ai quarti dopo l'ultima edizione in Brasile, dove furono eliminati per mano dell'Argentina. Se la squadra allenata dal bravo spagnolo Roberto Martinez (col Giappone ha azzeccato tutti i cambi) è in formissima, gli uomini allenati da Tite lo sono altrettanto. Gli 11 metri sono stati invece fruttiferi per la Croazia sulla Danimarca. Il numero delle squadre si stringe, ma sono ancora tante le Nazionali che sognano la finale dei Mondiali di Russia 2018.

La Svezia è una delle sorprese di questo Mondiale di Russia. E adesso che mancano solo tre partite al traguardo, sognare non è più vietato. Sei europee e due sudamericane, una volta di più viene dimostrato che il calcio che conta è in questi due continenti.

Il venerdì dei quarti, si chiude con Brasile-Belgio che alla Kazan Arena (ore 20.00 italiane) daranno il via ad una sfida dal tasso tecnico altissimo. Infatti, nella Coppa del Mondo del 1966 l'allora Urss arrivò a giocarsi la semifinale contro la Germania dell'Ovest perdendo poi per 2-1 con reti di Haller e Beckenbauer per i tedeschi e di Porkujan per gli sconfitti. Si spera di essere alla messa da requiem del tiki taka, che pure qualche filosofo, tra cui il francese Jean-Claude Michéa nella raccolta di saggi 'Il goal più bello è stato un passaggio', definisce di sinistra. Sabato sera però i croati avranno intenzioni diverse e proveranno in tutti i modi a rovinare la festa russa. Anche loro si giocano un pezzo di storia, possono tornare tra le prime quattro del mondo dopo vent'anni, quando furono eliminati dalla Francia padrone di casa.

Raccomandato: