Migranti, Salvini: porti chiusi a navi delle missioni internazionali

10 Luglio, 2018, 09:45 | Autore: Doriano Lui
  • A Messina sbarcano 106 migranti, Salvini:

Lo rende noto il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini che la prossima settimana parteciperà al primo vertice dei ministri degli interni Ue nel corso del semestre a presidenza austriaca.

E proprio domattina Salvini, dopo la bufera sui conti della Lega che ha innescato tensioni con la magistratura, è atteso al Colle dal presidente Sergio Mattarella e se il tema giudiziario non è assolutamente in agenda, come messo in chiaro da fonti del Quirinale, si parlerà invece di sicurezza e migranti. L'azione, sottolineano le fonti, sempre in riferimento alle parole del titolare del Viminale, "deve essere coordinata a livello governativo, altrimenti l'Italia non ottiene nulla oltre a qualche titolo sui giornali, fermo restando che la guida italiana per noi è motivo di orgoglio". Il ministro mercoledì sera vedrà il collega tedesco Horst Seehofer e, prima del summit, ci sarà un incontro a tre Italia, Germania e Austria.

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha rifiutato per la prima volta l'approdo in un porto italiano di una nave battente bandiera italiana che ha soccorso dei migranti. "Purtroppo i governi italiani degli ultimi 5 anni avevano sottoscritto accordi (in cambio di cosa?) perché tutte queste navi scaricassero gli immigrati in Italia, col nostro governo la musica è cambiata e cambierà".

"Abbiamo accolto a Messina 106 migranti salvati da nave Eunavformed".

Ad accogliere nel molo Norimberga di Messina la nave militare irlandese Samuel Becket sabato sera c'erano centinaia di persone che indossavano la maglietta rossa di solidarietà ai migranti.

Toninelli: Non sia solo problema italiano. "Eunavformed è una missione europea ai livelli Esteri e Difesa, non Interni" e che "le regole diingaggio della missione" vanno cambiate "nelle sedi competenti, non a Innsbruck", trapela dal ministero della Difesa. Il primo soccorso è avvenuto in zona Sar libica nella notte fra il 4 e il 5 luglio, poche ore dopo che il gommone era partito da Garabulli. Il pattugliatore irlandese, dopo aver effettuato il soccorso, ha chiesto a Roma il permesso di sbarcare i migranti, e dal Viminale è arrivata l'indicazione di Messina.

Raccomandato: