Valsartan Cancerogeno: Lotti Ritirati dall'AIFA

10 Luglio, 2018, 11:52 | Autore: Fausta Monteleone
  • Farmaci per la pressione cancerogeni 700 lotti ritirati. Ecco la lista completa

Un difetto di qualità alla base della decisione: è stata riscontrata la presenza di un'impurezza nel principio attivo prodotto in Cina. "L'impurezza è la N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come sostanza probabilmente cancerogena per l'uomo, che sarebbe presente nei lotti di materia prima utilizzati per produrre i medicinali contenenti valsartan oggetto di ritiro".

L'AIFA, agenzia italiana del farmaco, ha predisposto il ritiro immediato di un numero consistente di lotti medicinali a base di valsartan.

Aifa e Ema, Agenzia Europea del Farmaco, lavorano al momento a stretto contatto cercando di capire quale possa essere il grado di impurità del farmaco e quali potrebbero essere le conseguenze per i pazienti.

L'Aifa ha disposto il ritiro di farmaci per la pressione, contaminati da una sostanza cancerogena.

L'Aifa, attraverso il proprio sito, ha diffuso un elenco dei prodotti che sono stati ritirati per il problema di cui sopra, aggiungendo altresì: "Se il farmaco che assumi non è tra quelli indicati nell'elenco, puoi continuare regolarmente il trattamento". Si tratta di medicinali usati per il trattamento di ipertensione arteriosa e insufficienza cardiaca e nei pazienti che hanno subito un infarto cardiaco. Il Valsartan è un antagonista del recettore dell'angiotensina, disponibile da solo o in combinazione con altri principi attivi.

Non dovresti interrompere il trattamento senza aver parlato con il tuo medico, con il quale potrai concordare un trattamento alternativo (con altro medicinale a base di valsartan non interessato dal ritiro o con altro medicinale appropriato).

- I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell'angiotensina II.

La serie di verifiche cui sono sottoposti i medicinali in commercio può talvolta evidenziare una variazione del rapporto tra rischio e beneficio nell'uso del farmaco o, più semplicemente, un'efficacia minore rispetto a quella attesa. Inoltre, chi sta prendendo parte a cure sperimentali a base di valsartan, deve consultare l coordinatore della sperimentazione ed esporre i propri dubbi in modo tale da saperne di più.

Raccomandato: