Casa » Sport

Brasile, Neymar: "Momento più triste della mia carriera, ripartire è dura"

11 Luglio, 2018, 02:46 | Autore: Eufebio Giannola
  • LUIS ACOSTA via Getty Images

Non è successo niente di tutto questo, e il Belgio ha messo a nudo le fragilità difensive della Seleçao liberando da compiti difensivi Hazard e De Bruyne, e cambiando modo di giocare: il risultato è stato il 2-1 propiziato dall'autorete di Fernandinho e dalla rete dello stesso De Bruyne, che ha eliminato il Brasile di Neymar nonostante l'assedio finale che ha portato al gol di Renato Augusto e a svariate occasioni sventate da Courtois.

I verde-oro, tra i favoriti di questa competizione, salutano dunque la Russia e la prima semifinale sarà un interessante "derby" tra la Francia, che si è imposta oggi contro l'Uruguay (vedi suggeriti), e i "cugini" belgi. Il dolore è molto grande perché sapevamo di poter andare oltre, di poter fare la storia.

Ci si aspettava potesse essere il Mondiale di Neymar e del Brasile. Ma non è andata così - esordisce Neymar -. E quindi, anche nella sconfitta, non smetterò mai di ringraziare Dio, perchè so che il suo cammino è molto migliore del mio. Un dispiacere così forte che Neymar prosegue scrivendo: "Adesso è difficile trovare la forza per continuare a giocare a calcio ma sono sicuro che Dio mi darà la forza necessaria per far fronte a qualsiasi cosa. Il nostro sogno si è interrotto, ma non lo hanno tolto dalla nostra testa e dai nostri cuori". Il numero 10 della Seleção, in questi giorni, si è trasformato in una sorta di bersaglio mobile, centro gravitazionale di tutte le critiche rivolte alla nazionale guidata da Tite.

Raccomandato: