Casa » Sport

Buffon: "Ecco perché ho lasciato la Juventus. Ronaldo? Vederlo in bianconero sarebbe…"

11 Luglio, 2018, 12:41 | Autore: Eufebio Giannola
  • Buffon PSG

Sono qui per l'entusiasmo della gente, per l'ambiente e la magia di Parigi. "Ora preferisco rispondere in italiano che per me è ancora più facile al momento". L'ex portiere della Juventus, a dodici anni esatti dalla vittoria del Mondiale, riparte da Parigi: "A inizio maggio sono iniziati i contatti e per me è stata una sorpresa molto gradita, stavo già programmando un altro tipo di futuro anche se dentro di me ho sempre avuto l'ambizione e la speranza che accadesse qualcosa". Champions? Io ho cominciato molto prima del PSG a cercare di vincere la Coppa.

Che il tempo passa per tutti è persino un'ovvietà, ma a confermare la regola c'è sempre un'eccezione: si chiama Gianluigi Buffon. E credo di poter contribuire a far sì che il Psg in campo possa migliorare un pezzettino in più per ambire a traguardi sempre più importanti. "Quando inizia una stagione non si può racchiudere tutto con l'obiettivo Champions perché saresti un pazzo totale e qui non siamo pazzi". Ecco la sua risposta: "Non mi darebbe fastidio mi hanno dato fastidio i due gol che mi ha segnato in finale, quelli sì. Mi sono sempre conquistato la titolarità sul campo, questo è sport". Ho 40 anni ma godo di un ottimo stato di salute e mentale e per degli obiettivi importanti c'è bisogno di tutti, ovvero dei calciatori e della società.

Quanto a un possibile arrivo di Ronaldo alla Juventus, Buffon si mostra positivo: "Se questo trasferimento si concretizza, sono felice per la società e per i tifosi", dice ai microfoni di Sky, ma una finale di Champions Psg-Juve "sarebbe davvero troppo!". E' la squadra che ho seguito di più in questi 3 anni perché mi incuriosiva tanto il fatto che fosse composta da grandi nomi e non riuscisse mai a fare quel piccolo salto di qualità. "Io voglio giocare fin quando sto bene e fin quando dimostrerò di essere tra i più forti - ha aggiunto l'ex estremo difensore della Juventus - Il giorno in cui non lo sarò più sarò il primo ad accorgermene". Negli ultimi anni alla Juve mi ero creato una zona di comfort considerevole. Ma non è mai piaciuta. Iniziare una nuova avventura, vivere certi momenti di disagio parlando una nuova lingua con altri compagni mi permetterà di migliorare. Un idolo, come se giocasse con la maglia del Psg da anni.

Buffon: "Matuidi persona speciale, empatia molto forte". Ha tanta esperienza, con tutti i trofei che ha vinto. "Grazie di tutto questo", ha detto Buffon.

"Neymar? Momenti poco felici li abbiamo passati tutti". Si è creata questa situazione, ho accettato volentieri perché penso ci siano le condizioni per migliorare come persona e come calciatore. E' una decisione che rispetto e non credo sia stato un freno per il PSG. La favorita? Credo che la Francia possa arrivare in fondo, perché ha un grandissimo allenatore e una squadra di un talento notevole.

Raccomandato: