Thailandia: tutti in salvo

11 Luglio, 2018, 16:12 | Autore: Santina Resta
  • I soccorsi nella grotta Tham Lang

Sono sotto cura d'antibiotico, qualcuno ha ricevuto un leggero sonnifero. Incubo finito, tutti salvi. Lo riferisce l'agenzia nipponica Kyodo News. L'allenatore della squadra dei 12 ragazzini intrappolati nella caverna sotterranea. Le operazioni di soccorso sono state seguite passo dopo passo, il percorso sotterraneo prevedeva passaggi subacquei complicati e restringimenti difficili per dei bambini che a mala pena sapevano nuotare. All'interno della grotta dunque rimangono solo tre persone. Lentamente, hanno riassaporato l'aria aperta. Lo riferisce la Cnn. Per tutti il ritorno all'aria aperta è previsto in giornata. Prayuth ha aggiunto che la potenza di quei farmaci è simile a quelli che prende lui per rilassarsi se deve usare armi da fuoco. Infine, non da sottovalutare, i rischi di contrarre infezioni, che (come sottolinea anche il dottor Johal) sono dati dalla mancanza di cibo e di sonno. E' seguito il trasferimento in elicottero nel nosocomio di Chiang Rai, dove li aspettano gli 8 ragazzi tratti in salvo nei giorni scorsi. Musk aveva twittato che "il mini sommergibile è pronto, nel caso servisse". Le autorità sanitarie hanno fatto sapere che gli otto ragazzi salvati lunedì sono di buon umore e hanno un sistema immunitario forte perché sono calciatori. I ragazzi sono usciti uno alla volta, accompagnati ognuno da due sommozzatori.

I ragazzi resteranno in osservazione per almeno 7 giorni. Restano tutti in isolamento, alcuni dei genitori hanno potuti vederli da dietro a un vetro. "Sebbene la sua tecnologia sia buona e sofisticata, non e' pratica per questa missione", ha dichiarato il governatore di Chiang Rai, Narongsak Osatanakorn.

Le operazioni sono ricominciate questa mattina alle ore 5:08 italiane (le 10:08 in Thailandia). La pioggia torrenziale non ha avuto effetti sulla macchina dei soccorsi: secondo il governatore la terza operazione, quella di oggi, dovrebbe essere ancora piu' celere rispetto alle prime due. E sono state suddivise in tre tranche: la prima domenica con il salvataggio dei primi 4 giovani. I successivi due compagni sono riemersi nell'ora successiva, e dopo circa un'ora sono venuti fuori dalla grotta anche l'ultimo compagno e l'allenatore.

Raccomandato: