Mondiale: Francia-Belgio 1-0, Bleus in finale

14 Luglio, 2018, 14:39 | Autore: Santina Resta
  • Fratelli Hazard

Al Belgio, stavolta, è mancata la forza e la lucidità di reagire. Ultima semifinale effettuata della Francia nel 2006, quando poi superò il turno e affrontò l'Italia nella finalissima che tutti noi conosciamo.

Lungo il viaggio verso il Belgio i francesi hanno sostenuto tre sfide contro gli inglesi del Corinthian che la dicono lunga sull'abisso esistente all'epoca tra i continentali e i britannici: i "galletti" sono infatti caduti 6-1, 11-0 e 11-4, risultati decisamente poco incoraggianti e che raccontano di una distanza che a lungo sarà ritenuta incolmabile con i "maestri del football". Quando è stato sostituito per la passerella, abbiamo visto come Mbappé sia stato avvicinato da Deschamps che gli ha detto qualche parola all'orecchio: possibile che il CT dei Bleus stesse spiegando alla sua stella che in casi come questo l'ideale non è sicuramente provocare gli avversari ma invece continuare a giocare come se fosse il primo minuto. La nazionale belga ha messo paura a Lloris con Hazard e Alderweireld. Gli anni Ottanta sono stati il regno di Michel Platini: il fantasista ha condotto la Francia al titolo europeo nel 1984 segnando 9 gol nella fase finale, e poi a due semifinali mondiali consecutive purtroppo finite male per quello straordinario gruppo. È questo sinora, lo spartito della sfida, ma, se i Diavoli Rossi cercano di fare la partita, i francesi si rendono pericolosi in contropiede: Griezmann conduce, Giroud e Mbappé cercano di finalizzare. Hanno gioco, hanno i nomi e hanno tantissima qualità.

Si riparte con gli stessi 22 protagonisti e al 51° la Francia passa in vantaggio con il colpo di testa di Umtiti, sul primo palo, sul corner di Griezmann. Il centrocampista belga prova anche pochi miunti dopo con un tiro a giro, deviato dall'ottimo Varane. L'assenza per squalifica di Meunier spinge Martinez a stravolgere il suo undici tipo: dentro Dembelè, oggetto del desiderio dell'Inter, a rinforzare la linea mediana con Witsel e Fellaini.

Per il Belgio solo vittorie per arrivare in semifinale. Kylian Mbappè, a soli 20 anni, si è già preso lo scettro di "condottiero" della Francia, guidandola con carisma, personalità e giocate da veterano. E Belgio - Francia, pare proprio evidente come possa accontentare proprio tutti i palati, non soltanto quelli degli appassionati di pallone. Anche Hazard non ci è andato giù leggero.

Giroud (Francia): serviva maggiore concretezza lì davanti.

Nella ripresa il Belgio è molto pericoloso con Hazard scatenato.

Raccomandato: