E' morto il professor Franco Mandelli: "Un luminare della medicina"

17 Luglio, 2018, 23:23 | Autore: Fausta Monteleone
  • E' morto l'ematologo Franco Mandelli. Il presidente dell'Ail aveva 87 anni

E' morto Franco Mandelli, uno dei più noti ematologi italiani. "Anima della mostra organizzazione di cui era presidente onorario e fondatore del Gimema". "Addio al nostro presidente, professor Franco Mandelli - è scritto sul profilo Facebook - una vita dedicata alle malattie del sangue e alla solidarietà".

Mandelli, nato 87 anni fa a Bergamo, si è laureato a Milano nel 1955 per poi trasferirsi prima a Parma e successivamente a Roma, dove diventa una figura di spicco nella lotta alle malattie del sangue, in particolare contro il linfoma di Hodgkin e delle leucemie acute.

Tante sono le campagne e le iniziative ideate da Mandelli per raccogliere fondi a favore delle leucemie e per finanziare la ricerca: basta citare "Angeli sotto le stelle" un gran galà di beneficenza in favore dell'Associazione italiana contro le leucemie (Ail); "Trenta ore per la vita", ma anche la "Partita del Cuore" che si gioca da anni allo stadio Olimpico e ancora le Stelle di Natale e le Uova di Pasqua dell'Ail. "Il miglior modo per omaggiarlo e ricordarlo, mantenendo viva a la sua testimonianza è quello di continuare a sostenere la ricerca in maniera attiva, come lui ha fatto per tutta la sua esistenza".

Ha inoltre sostenuto l'insediamento della Casa AIL Residenza Vanessa, una struttura che ospita gratuitamente i pazienti ematologici provenienti dall'Italia e da paesi stranieri, accompagnati da un familiare.

Il più grande insegnamento per chi voglia dedicarsi alla medicina e, più in generale, all'assistenza del malato. Fonda il gruppo italiano "Malattie Ematologiche dell'Adulto", Gimema, con il coinvolgimento di un gruppo di centri di Ematologia italiani, e crea a Roma il primo centro pubblico per il trapianto di midollo osseo.

Un messaggio anche da parte della ex ministra della Salute Beatrice Lorenzin: "Il mondo scientifico e la società civile dicono, oggi, addio al Prof". "Grazie al suo lavoro - ha continuato - ha donato speranza e nuova vita a migliaia di persone".

Veltroni, uomo e medico competente e generoso - "La scomparsa di Franco Mandelli lascia un vuoto grande. Anche per questo gli sono grato e lo ricorderò sempre con grande affetto e riconoscenza".

Raccomandato: