Emergenza legionella a Bresso: sale il numero delle vittime

26 Luglio, 2018, 23:13 | Autore: Fausta Monteleone
  • Il batterio della legionella e l'ospedale dove sono morte le 3 vittime

Nel comune si stanno coordinando gli interventi e in giro per la cittadina sono stati affissi i cartelloni con i consigli per prevenire il contagio.

La Legionella è un batterio che vive negli ambienti acquatici "come, ad esempio, impianti idrici, serbatoi, tubature dove si moltiplica a temperature comprese tra 25-45 gradi e in presenza di stagnazione, incrostazioni e sedimenti - spiegano dall'Ats -. Pertanto, al di sotto dei 20 gradi (temperatura dell'acqua fredda dei rubinetti) la legionella non cresce e non è pericolosa". Intanto la Procura di Milano ha aperto un fascicolo a carico di ignoti e senza ipotesi di reato: il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano ha precisato che "non si tratta di un'emergenza, anche se chiaramente sul fatto che si ripresenti ciclicamente a Bresso faremo verifiche".

Sale a tre il numero dei morti. L'assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera, oltre a esprimere il cordoglio suo, della giunta e del Governatore Attilio Fontana, ha disposto prelievi di campioni in tutte le abitazioni di chi è stato contagiato o in altri luoghi "sensibili". La diffusione del batterio è in aumento per diversi motivi, principalmente perchè sono in aumento gli anziani, e poi perchè si diffonde sempre di più l'uso di condizionatori nelle case, negli Usa soprattutto ma anche da noi.

Quali sono le fonti di infezione?

Il Comune ha nel frattempo chiuso per precauzione, nel dubbio che possa vaporizzare, la "fontana del mappamondo".

Il virus fu identificato per la prima volta nel 1976 quando gli ex combattenti dell'American Legion furono infettati da questo batterio. Esiste anche una forma più blanda, la cosiddetta Febbre di Pontiac, che dopo 24-48 ore dall'esposizione si presenta con un quadro febbrile benigno e si risolve in 5 giorni.

Secondo quanto riporta il sito del ministero "Essendo un microrganismo ubiquitario, la legionella si può manifestare con epidemie dovute ad un'unica fonte, con limitata esposizione nel tempo e nello spazio all'agente eziologico".

La legionella è un batterio che può essere molto pericoloso per l'uomo. I sintomi principali sono cefalea, tosse e complicanze polmonari, gastrointestinali e cardiache. Altri sintomi possono riguardare dolori muscolari, un profondo senso di stanchezza, la perdita dell'appetito e diarrea.

Dopo un periodo di incubazione variabile da 2 a 10 giorni (in media 5-6 giorni), si manifesta come una polmonite infettiva, con o senza manifestazioni extrapolmonari. Colpisce più facilmente le persone anziane e in generale quelle che hanno il sistema immunitario compromesso.

Raccomandato: