Nomine Rai, opposizione all'attacco su Foa

29 Luglio, 2018, 14:07 | Autore: Bianca Mancini
  • Marcello Foa nuovo presidente Rai e Fabrizio Salini nuovo amministratore delegato Rai

Eppure, da ultimo, durante le consultazioni al Quirinale per la formazione del governo giallo verde, il giornalista che gode della stima di Matteo Salvini si è molto speso su Twitter e sulle tv internazionali per perorare la causa del M5S e della Lega fino a lanciare ruvide provocazioni contro il Quirinale. Nelle prossime ore cercheremo ancora il dialogo con tutte le altre forze politiche per individuare una figura terza, di garanzia, e che possa ricevere il via libera dalla stragrande maggioranza dei gruppi parlamentari.

Marcello Foa rischia di non diventare presidente della Rai. Nel 2013 diviene vice president content fiction & kids di Discovery che nel frattempo ha acquisito Switchover Media. Oltre gli attacchi rivolti al presidente della Repubblica - le insinuazioni sulle manipolazioni attribuite al Colle alimentano il gelido silenzio del Quirinale anche perché a formularle è stato l'autore del saggio Come si fabbrica l'informazione al servizio dei governi - ora riemerge dalla memoria della Rete un intervento assai dubbioso del giornalista italo-svizzero sull'efficacia dei vaccini.

Fabrizio Salini è il nuovo amministratore delegato Rai, mentre la poltrona di presidente è stata affidata a Marcello Foa. Preso atto del veto su figure come la Clerici, fedelissima di Giorgetti, Salvini si è preso una serata di riflessione, spiegando ai suoi che voleva essere lui a dire ultima parola.

FOA ESULTA SU FACEBOOK - Intanto il presidente designato, con un video girato dalla Grecia - dove si trova in vacanza - e postato su Facebook, ringrazia chi lo ha scelto per guidare la tv di Stato."In meno di 24 ore la mia vita è cambiata, ho ricevuto la richiesta che mi ha molto colpito e lusingato e che ho accettato con molto piacere".

Con i nomi di Salini e Foa si completa, quindi, il consiglio d'amministrazione della Rai.

E alla fine così, il ministro dell'Interno ha tirato fuori dal cilindro il nome a sorpresa, che finora nessuno aveva inserito nel totonomine che impazza da giorni. "Proponendo Foa al buio, il governo ha utilizzato un metodo sbagliato". A Pd e Forza Italia risponde indirettamente il vicepremier Luigi Di Maio. "Foa e Salini sono i due nomi che su proposta del ministro Tria, il premier Conte e il Cdm hanno ritenuto all'altezza di questa grande sfida che è quella di avviare una rivoluzione culturale della Rai per liberarci dei parassiti e dei raccomandati". "Salvini e Di Maio vanno contro la legge e militarizzano la Rai con una spartizione senza precedenti". "Il Pd voterà contro e farà battaglia dura con tutti i mezzi disponibili per difendere l'indipendenza dell'informazione".

Il direttore del Fatto Quotidiano fa una premessa: "il governo e i partiti della maggioranza che decidono i vertici del 'servizio pubblico' è sempre uno spettacolo inverecondo, a prescindere da protagonisti e comparse".

Raccomandato: