Legionella a Bresso, salgono a 46 le persone contagiate: 4 nuovi casi

04 Agosto, 2018, 21:24 | Autore: Fausta Monteleone
  • Legionella due turiste di Bresso ricoverate al San Paolo di Savona

Alcuni pazienti sono infatti tuttora nelle strutture ospedaliere: tredici a Niguarda, sette al Bassini di Cinisello Balsamo, uno al Sacco di Milano, uno al San Gerardo e un altro ancora a Catanzaro, pur trattandosi di un cittadino residente a Bresso. 48 casi di legionella in così poco tempo rappresentano un'emergenza da bloccare subito, così il Comune di Bresso ha deciso di adottare una misura unica in Italia. Il sindaco cerca la causa dei contagi e ha deciso di procedere all'"analisi di massa" di tutti gli impianti idrici di Bresso.

Legionella, i casi in Lombardia salgono a quaranta.

Intanto nella giornata di ieri l'Ats ha incontrato gli amministratori di condominio associati Anaci ai quali è stato chiesto di "mettere in atto le seguenti azioni: campionamento dell'acqua di tutti gli impianti condominiali di Bresso, degli impianti centralizzati e degli appartamenti degli stabili". Gli esiti delle analisi microbiologiche si attendono per i prossimi giorni. Presso i laboratori di prevenzione di Ats, sono in corso di analisi 396 campioni prelevati presso 37 abitazioni e 29 siti sensibili esterni. Per l'epidemia di legionella sono morte nelle ultime settimane tre persone molto anziane e già debilitate. Sono molti i politici che, come lui, militano tra le fila di Forza Italia e che hanno espresso i propri auguri di pronta guarigione, tra cui il consigliere di Municipio 2 Enrico Turato e il deputato Marco Osnato. La differenza è che allora i pazienti erano stati segnalati in più mesi e solo un caso si era rivelato mortale. Anche se, spiega chi conosce La Loggia e la sua attività sul territorio, il consigliere forzista frequenta spesso la cittadina alle porte della metropoli e con ogni probabilità è lì che ha preso contatto con il batterio.

Raccomandato: