Gallavotti, a un napoletano il "Nobel" della fisica matematica

05 Agosto, 2018, 19:36 | Autore: Piera Gizzi
  • Giovanni Gallavotti, un italiano vince il premio Poincaré: è il nobel per la fisica matematica

Al fisico italiano Giovanni Gallavotti va il premio Henri Poincaré.

Attualmente il vincitore del premio Poincarè è membro dell'Accademia dei Licei e dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Laureato con lode in Fisica all'Università Roma nel 1963, e poi in Fisica all'Università di Firenze nel 1965, ha iniziato la sua attività di ricerca in fisica matematica con David Ruelle e Salvador Miracle-Solé all'Institut des Hautes Études Scientifiques, Bures-sur-Yvette, dal 1966 al 1968. Ha insegnato inoltre nell'olandese Rutgers University e nel Dipartimento di Matematica dell'Università americana di Princeton. Nel 1997 ha ricevuto il "Premio Nazionale Presidente della Repubblica" per la Classe di Scienze Naturali dell'Accademia Nazionale dei Lincei e, nel 2007, ha vinto la Medaglia Boltzmann, il più alto riconoscimento internazionale per contributi scientifici alla meccanica statistica. "Nella motivazione, c'è la traccia del mio percorso culturale".

"Lo considero un premio alla carriera" - ha detto Giovanni Gallavotti. Oltre a Gallavotti sono stati premiati Michael Aizenman e Percy Deift. Se ne è sempre occupato e negli ultimi dieci anni lo hanno portato a studiare i sistemi che non sono in equilibrio. "Sappiamo che il Sistema Solare oggi è stabile, ma per quanto tempo resterà tale?".

Il fisico italiano Giovanni Gallavotti si è aggiudicato il premio Poincarè. Di Gallavotti Parisi sottolinea in modo particolare la generosità: "decine di ricercatori hanno ringraziato Gallavotti nei loro articoli per avere ispirato i loro studi, non è mai stato un egoista e gli piaceva spingere le ricerche di colleghi e studenti".

Raccomandato: