Venezuela, Maduro riappare in video dopo l'attentato: 'C'è Santos dietro l'attacco'

05 Agosto, 2018, 11:38 | Autore: Santina Resta
  • ANSA  EPA									+CLICCA PER INGRANDIRE

Nel comunicato, letto da Patricia Poleo in un video sul suo canale YouTube, Maduro viene accusato di impoverire il Venezuela: "Se lo scopo di un governo è raggiungere la maggior felicità possibile, non possiamo tollerare che la popolazione soffra la fame, che i malati non abbiano medicine, che la moneta non abbia valore, e che il sistema dell'istruzione né istruisca né ma solo indottrini al comunismo".

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ritiene che anche il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, sia responsabile del fallito attentato contro la sua vita. "Sono state raccolte parte delle prove, e non aggiungo altro perché l'investigazione è in una fase molto avanzata", ha affermato il presidente. Alla destra del palco si intravede un soldato cadere a terra, l'uomo cerca di aggrapparsi al ministro della Difesa.

Qualche minuto più tardi il ministro delle Comunicazioni, Jorge Rodriguez, ha fatto il punto della situazione in diretta tv, confermando che si è trattato di un "attentato" e che il capo dello Stato è rimasto "incolume". Maduro ha affermato in un discorso tre ore dopo l'attentato che alcuni dei responsabili sono stati arrestato e che le indagini continuano. Purtroppo, ha proseguito, "le esplosioni hanno causato ferite a sette membri della Guardia nazionale bolivariana che sono stati ricoverati in ospedale".

In un discorso alla nazione Maduro ha puntato il dito contro l'estrema destra venezuelana in collaborazione con "cospiratori" a Bogotà e Miami.

"Nel momento in cui una sfilata militare stava concludendosi sull'Avenida Bolivar di Caracas - ha spiegato Dominguez - esattamente alle 17.41 si sono udite alcune esplosioni che si è potuto verificare riguardavano artefatti volanti di tipo drone che contenevano cariche esplosive e che sono esplosi vicino al palco presidenziale ed in alcune zone residenziali". Maduro ha detto che inizialmente pensava che i droni fossero un effetto pirotecnico in suo onore. Ma anche a Miami, dove si troverebbe alcuni dei finanziatori dell'attacco coi droni. "E non ho alcun dubbio che tutto indica l'estrema destra venezuelana in alleanza con l'estrema destra colombiana, e il nome di Juan Manuel Santos è dietro questo attacco". L'azione è stata rivendicata da un piccolo gruppo quasi sconosciuto che si fa chiamare Soldati in T-shirt. "Abbiamo dimostrato che sono vulnerabili": recita il testo del tweet.

Raccomandato: