L'Onu: "La Corea del Nord non ha fermato il suo programma nucleare"

06 Agosto, 2018, 15:52 | Autore: Santina Resta
  • ANSA  AP									+CLICCA PER INGRANDIRE

La dichiarazione del segretario di Stato a Singapore - durante il forum al forum asiatico sulla sicurezza a cui prende parte anche il ministro degli Esteri di Pyongyang - arriva proprio mentre gli Stati Uniti hanno chiesto al Consiglio di sicurezza dell'Onu di aggiungere altri nomi sulla lista delle sanzioni delle Nazioni Unite.

"La Corea del Nord - si legge nel documento riportato da Repubblica - non ha bloccato i suoi programmi e continua a sfidare le risoluzioni del Consiglio attraverso un massiccio incremento di trasferimenti da nave a nave di prodotti petroliferi, come carbone nel 2018". La notizia giunge direttamente dagli incaricati del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, allertati dall'intelligence americana riguardo la possibile continuazione dei progetti del presidente Kim Jong-un anche dopo l'incontro a Singapore con Donald Trump.

L'ONU attacca la Corea del Nord. Grazie alla mediazione di Hussein al Ali, un "protocollo di cooperazione" tra i ribelli sciiti Houthi in Yemen e la Corea del Nord è stato negoziato nel 2016 a Damasco e questo ha permesso la fornitura di "una grande varietà di equipaggiamenti militari". "Le sanzioni finanziarie restano tra le più debolmente applicate e le più attivamente aggirate dal regime", ha indicato inoltre il rapporto. Nonostante il divieto, il rapporto ha rivelato l'esistenza di oltre 200 di questi conti in Russia. Nella circostanza, il leader della Corea del Nord aveva espresso il suo impegno verso la denuclearizzazione dell'arsenale, un processo comunque lungo che non può essere compreso in pochi mesi o, almeno, non andrà certamente messo in atto nel breve termine.

Raccomandato: