Ticinonline - Morto il caratterista Jimmy il Fenomeno

08 Agosto, 2018, 04:40 | Autore: Bianca Mancini
  • E' morto Jimmy il Fenomeno: uno dei più grandi caratteristi del cinema italiano

All'anagrafe Luigi Origene Soffrano, uno dei più popolari caratteristi della commedia italiana si è spento nella residenza per anziani di Milano dove viveva da 15 anni, costretto sulla sedia a rotelle da gravi problemi di salute. Dal 1961, anno di "Ercole alla conquista di Atlantide" e "Il federale", i primi ruoli, fino al 1998, anno di "Jolly Blu", la sua ultima interpretazione.

La sua carriera lunga 50 anni l'ha visto impegnato in oltre 150 film, partendo da quelli interpretati da Totò e Aldo Fabrizi per arrivare alla commedia sexy all'italiana degli anni settanta con Alvaro Vitali e Lino Banfi. Un volto altamente espressivo dalla mimica facciale straordinaria, occhi strabici e una risata altisonante: l'immagine di "Jimmy il Fenomeno" nel corso dei 40 anni di carriera ha saputo diventare iconica.

A caratterizzarlo le smorfie, il suo sguardo strabico, la parlata in dialetto, il tono di voce. Tutti i registi lo volevano perché negli ambienti di Cinecittà era considerato una sorta di portafortuna.

L'attore, originario di Lucera ha partecipato ai seguenti film."Il monaco di Monza", "Fantozzi", "La liceale nella classe dei ripetenti", "Fico d'India", "Il bisbetico domato", "I fichissimi", "Innamorato pazzo", "Acqua e sapone", "Il ragazzo di campagna".

Si è trasferito da Roma a Milano a metà degli anni 90. Nel 2010 aveva lanciato un appello per avere accesso al sussidio della Legge Bacchelli, destinato a personaggi protagonisti del mondo dell'arte e dello spettacolo italiano.

Raccomandato: