Stelle cadenti: quando e come vederle

09 Agosto, 2018, 15:36 | Autore: Piera Gizzi
  • Cielo stellato

In passato infatti il picco di attività di questa pioggia di meteore si verificava intorno al 10 agosto, ma "da quando lo sciame è stato studiato per la prima volta, come sciame ricorrente, il picco è slittato nel tempo, passando al 12-13 agosto" ha spiegato Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani (Uai). Secondo quanto riporta Quotidiano.net le condizioni meteo della notte tra il 9 e il 10 agosto saranno perfette.

A dirlo è Gianluca Masi, astrofisico del Virtual Telescope Project, che aggiunge: "La Luna sarà nuova l'11 agosto e quindi non intralcerà in nessun modo la visione delle tipiche scie luminose".

Come ormai risaputo la "pioggia di stelle" non è circoscritta nella sola notte del 10 agosto, ma anche nei giorni a seguire, il picco quest'anno è dal 12 al 13 agosto.

L'inquinamento luminoso ne riduce la visibilità, i punti privilegiati per l'osservazione sono quelli in altura o comunque al riparo dalla luce cittadina.

Il fenomeno delle stelle cadenti è originato dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862 da Giovanni Virginio Schiapparelli. Non serve strumentazione particolari: le meteore possono essere osservate a occhio nudo. La velocità con cui le meteore impattano l'atmosfera terrestre è pari a circa 59 km/s.

Anche il nome lacrime di San Lorenzo non è del tutto corretto.

Raccomandato: