Musk VS Wall Street, Tesla sia privata

11 Agosto, 2018, 15:46 | Autore: Doriano Lui
  • Tesla, Musk: Sto valutando la privatizzazione

Il tweet di Musk, anche se involontariamente, ha provocato un vero e proprio terremoto sul mercato azionario di Tesla, con il titolo che è salito da 355 a 370 Dollari nel giro di pochi minuti ed a fine giornata, ha guadagnato l'11 per cento attestandosi a 380 Dollari, salvo poi scendere a 370 Dollari nella giornata di ieri. Precisando di non voler mollare il timone della società neanche se fosse privata, Musk precisa che su una privatizzazione c'è consenso ma serve il voto degli azionisti. Secondo recenti indiscrezioni del Financial Times, il fondo sovrano saudita Public investment fund o Pif avrebbe acquisito una quota inferiore al 5% del titolo pari a 3 miliardi di dollari di valore attuale. Partecipazione che vale circa 2 miliardi di dollari. Ora passa tutto in mano al consiglio di amministrazione che dovrà valutare cosa fare: Musk infatti detiene solo una parte dell'azienda il che non gli consente di prendere decisioni unilaterali. L'1 di aprile ha twittato: "Tesla in bancarotta. Nonostante gli sforzi per raccogliere fondi, inclusa una vendita di uova di Pasqua, siamo tristi nell'annunciare che Tesla è andata completamente in bancarotta".

Molti su Twitter ritengono che il messaggio sulla privatizzazione possa trattarsi di uno scherzo, visto che '420' e le sue variazioni sono un nome in codice nella cultura della cannabis per parlare del suo consumo.

Musk ha più volte attaccato gli short seller, criticandoli duramente e inserendoli nella categoria delle organizzazioni che vorrebbero vedere la società morta.

Le parole di Musk sono state chiare.

Tesla Motors continua a riservarci sorprese: dopo un avvio di anno non senza difficoltà, tra ritmi di produzione della Model 3 ancora lenti, incidenti mortali dovuti all'uso dell'Autopilot e impiegati sabotatori, la casa di Palo Alto potrebbe avere in cantiere un piccolo mezzo rivoluzionario. Obiettivi che si sono scontrati con una serie di difficoltà in termini di produzione, alimentando i timori che la società stesse bruciando troppo capitale troppo rapidamente. "Non venderà in nessuno dei due scenari". Anche questo non smentisce ma, per ora, neanche conferma Musk.

Raccomandato: