Rai, lo stallo continua: per il presidente rischio slittamento a settembre

11 Agosto, 2018, 16:19 | Autore: Bianca Mancini
  • Michele Putrino

"Che aspetta il presidente Barachini a procedere?". La Rai non ha ancora un presidente dopo la bocciatura del nome di Marcello Foa registrata in Commissione Vigilanza.

Il Consiglio d'amministrazione della Rai è stato invece convocato per mercoledì alle 16. "Bisogna eleggere il presidente della Rai, la legge dice che serve un'intesa tra i gruppi e fino a quando non c'è questa intesa non c'è un presidente".

La strada che porta alla presidenza della Rai sembra essere arrivata a un bivio per Marcello Foa. "Bisogna che il governo ne prenda atto e che sia conseguente". E come tale non è al servizio di nessuno, tantomeno di un partito politico. Se il Cda dovesse ritenere che non ci sia la figura del presidente non è neppure facile arrivare alla soluzione, non si può costringere qualcuno alle dimissioni.

Lo stesso giornalista, indicato per la presidenza dal Mef e votato come tale dalla maggioranza degli altri consiglieri, si è detto intenzionato ad andare avanti facendo leva sullo statuto dell'azienda che assegna, in caso di "assenza, impedimento o vacanza di carica", la guida del Cda al membro più anziano. "Al sottosegretario Giorgetti che invoca il 'pentimento' di Silvio Berlusconi facciamo sommessamente notare che sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico" ha commentato Patrizia Marrocco, deputata di Forza Italia e membro della Commissione di Vigilanza Rai. E' una vicenda che abbiamo affrontato con il metodo solito: per le nomine di nostra competenza abbiamo vagliato le candidature e le abbiamo discusse insieme, con un confronto molto franco e diretto.

Raccomandato: