Casa » Sport

Juventus, Bonucci: "Mi scuserò sul campo"

12 Agosto, 2018, 21:56 | Autore: Eufebio Giannola
  • Leonardo Bonucci

Come hai visto la Juventus da fuori in questo anno? La Juventus vincerà anche quest'anno, ha talento, programmazione ed è una società solida e ben organizzata. Voglio migliorarmi allenandomi con grandi giocatori, lo farò giorno per giorno. L'esperienza al Milan mi ha dato qualcosa a livello umano ma mi ha tolto a livello di vittorie. Devo dare tutto per dimostrare sacrificio, appartenenza e voglia di lottare.

Pierpaolo Marino, ex direttore generale dell'Atalanta, ha parlato del ritorno di Bonucci nel corso di un'intervista concessa a Raisport. Ci siamo lasciati con una stretta di mano perché probabilmente sapevo già, in cuor mio, che sarebbe successo questo. Quando ho vinto il premio della top 11 a Londra l'ho dedicato proprio a lui. Pentito di essere andato via dal Milan? La reazione dei tifosi? Sia negli anni della Juventus che nel Milan sono sempre il primo a ringraziare i tifosi. L'esultanza in Juventus-Milan? Mi capita poche volte di far gol e i giocatori che non esultavano per rispetto li ho sempre criticati perché in quel momento si difende la maglia che si indossa. La mia casa calcistica. Ho lasciato casa e famiglia a Torino, ho fatto un passo indietro e con il cuore volevo solo tornare alla Juve. "Accetterò i fischi dei tifosi, quando saranno quelli avversari mi caricheranno, quelli dei miei tifosi proverò a trasformarli in applausi". "La mia risposta la darò sul campo, sono un professionista", ha rimarcato Bonucci. La decisione dello scorso anno è stato molto emotiva. Oggi non lo rifarei mai. Ma vedendo come sto adesso, pensando all'entusiasmoche provo dentro di me, so che ho fatto bene a essere qui e non vorrei stare da nessun'altra parte.

"Le mie emozioni mi hanno spinto a lasciare la Juve".

Quando ha maturato la scelta?

"Non c'è una data precisa in cui ho capito di voler tornare. Tutti d'accordo e contenti". Sono sempre stato juventino da quando sono nato. Una decisione di rabbia. "Spero di regalare loro esultanze di gioia".

BONUCCI JUVENTUS, LA PRESENTAZIONE - Dodici mesi dopo, Bonucci torna alla Juventus. "Essendo una persona che vuole vincere ho scelto la Juventus".

Con un Ronaldo in più come compagno e senza più... sgabelli sgraditi. Vuoi rigiocare quella finale? Bisogna essere competitivi e vittoriosi in ogni partita.

Sul rapporto con Allegri: "Sono cose che capitano durante le annate calcistiche. E ora, ho avuto la fortuna di poter tornare in quella che sento ancora casa mia".

RABBIA PRE ADDIO - Erano successe una serie di cose, tra cui la discussione col mister. Nelle partite europee la differenza la fanno questi dettagli qui. "Sarà bello scendere in campo ogni giorno perché sai che dovrai dare sempre il tuo meglio". Secondo il suo punto di vista, sapranno Barzagli, Chiellini, Marchisio e il neo arrivato Bonucci esser pronti a sopperire alla mancanza nello spogliatoio di persone fondamentali come Buffon, Lichtsteiner ed Asamoah? "Torno a casa con un bagaglio di cose importanti a livello umano". "Noi cercavamo di isolarci, ma ora guardo avanti". Fosse per me lo metterei domani. Quei 5 minuti poi sono stati la mia rovina (ride.).

Ma quanto conta quello sgabello? E non poteva mancare il riferimento allo sgabello di Porto, ma il difensore tende a specificare: "Sfatiamo un tabù: il mio posto ce lo avevo, ma vivo una partita in maniera molto nervosa".

Raccomandato: